Mini avvitatore: come sono fatti, guida, migliori modelli, prezzi

A tutti, prima o poi, capiterà di dover assemblare un mobile, mettere delle mensole al muro o comunque di dover svolgere qualche lavoretto di tipo domestico. E spesso lo rimandiamo, spaventati dalla fatica che ci procura usare il cacciavite a mano, specie se si tratta di lavori ad ampio respiro (senza contare il dispendio di tempo).

Con gli avvitatori a batteria, questi problemi si risolvono da soli, sostituendo il vecchio cacciavite con un oggetto moderno, efficace ed accessibile a qualunque portafogli. In commercio ci sono vari modelli, per soddisfare qualunque vostra esigenza.

Il mini avvitatore

Nella famiglia degli avvitatori elettrici, ce n’è uno che è particolarmente “smart”: il mini avvitatore. Nelle prossime righe cercherò di presentarvi quest’oggetto nella sua composizione e nelle sue caratteristiche principali.

E’ uno strumento studiato per eseguire piccoli lavori di avvitatura, che non necessitino di una eccessiva potenza di spinta. Perfetto per operazioni di precisione, essendo molto piccolo e leggero, rispetto agli avvitatori elettrici classici molto più grandi e pesanti.

Ci sono tre forme base che potete trovare: dritti, a pistola o una combinazione delle due. Gli avvitatori di forma dritta, sono adatti per piccoli lavori di base. Quelli a pistola, invece, sono perfetti per entrare negli angoli più angusti e nelle aree più difficili da raggiungere. Infine, con un avvitatore che ha una forma mista, si possono soddisfare entrambe le situazioni, con un solo strumento.

Questi gioiellini del fai da te, funzionano molto semplicemente grazie ad una batteria agganciata nella parte inferiore del manico e che fornisce l’energia necessaria per far girare il mandrino. Ci sono vari tipi di batteria che potete trovare, a seconda delle vostre esigenze e necessità.

Normalmente i mini avvitatori, sono forniti di punte intercambiabili di varie forme e dimensioni, così da poter trovare la soluzione ideale per il vostro problema ed avvitare e svitare praticamente qualsiasi cosa. Inoltre sull’impugnatura hanno un pulsante per regolare la velocità di avvitamento (spesso sono due velocità) a seconda del controllo che si vuol esercitare sulla vite (meno velocità di rotazione più controllo, e viceversa).

Caratteristiche

Ci sono diversi motivi che fanno del mini avvitatore uno strumento ideale per i vostri lavori e risiedono perlopiù nelle caratteristiche strutturali di questo strumento.

  • Grazie alla sua piccola dimensione riuscirete ad utilizzarlo in spazi estremamente stretti senza perdere la precisione e l’accuratezza del risultato.
  • Il suo peso ridotto vi permetterà di impugnarlo anche con una sola mano, nel caso in cui doveste trovarvi ad operare in un luogo particolarmente scomodo (ad esempio su una scala). Inoltre potrete lavorare a lungo, senza stancare (e quindi usurare) eccessivamente i muscoli del braccio e della mano. Per chi ha problemi in questo senso, il mini avvitatore è l’ideale.
  • Il vantaggio di una batteria incorporata è evidente e duplice. In primo luogo potrete usare il mini avvitatore in posti dove non c’è una presa elettrica, ad esempio in giardino, senza dover affrontare il problema dell’alimentazione. Ma soprattutto niente più fili elettrici nei quali inciampare, mentre state montando l’armadio che avete comprato per la vostra nuova casa!
  • La sua compattezza implica una facilità nel trasporto senza pari. Basterà uno zainetto, o una borsa (alcuni modelli entrano perfino nella tasca della giacca) per portarlo sempre con voi, ovunque ci sia bisogno di avvitare o svitare.

Quale mini avvitatore scegliere ?

Prima di procedere all’acquisto di un mini avvitatore bisogna essere consapevoli dell’utilizzo che se ne vuol fare (sia esso amatoriale o professionale). Una volta individuato lo scopo, dobbiamo porci la domanda: qual è il migliore per le mie esigenze? Per rispondere a questa domanda è necessario valutare alcuni aspetti che possono essere fondamentali per la scelta definitiva.

  • Tensione: innanzi tutto dobbiamo tenere presente che la velocità di rotazione e quindi la potenza di avvitamento, dipende dalla tensione che ha lo strumento. Più alta è la tensione, più potenza avrà (es: un avvitatore da 3,8 v sarà meno potente di uno da 18 v). E’ vero anche che oggetti più potenti spesso sono anche più pesanti e quindi, di nuovo, dobbiamo cercare di capire qual è la funzione che andrà a svolgere il nostro avvitatore. Ciò è molto importante anche per la conservazione dello strumento. Infatti, sottoporre ad un eccessivo sforzo uno strumento che non ha le caratteristiche (in questo caso la potenza sufficiente) per sostenerlo, significa rischiare di surriscaldarlo, fino all’estrema conclusione della rottura dello stesso.
  • Batteria: la scelta della batteria è un altro punto da non trascurare. Se dovete usare l’avvitatore saltuariamente, non è così importante, ma se al contrario prevedete un utilizzo intensivo, allora è meglio orientarsi su una batteria di lunga durata, per evitare imprevisti fastidiosi nel bel mezzo di un lavoro. In commercio si trovano batterie a ioni di litio, ottime per la loro leggerezza, batterie al nichel-cadmio, dalla durata quasi infinita e batterie al nichel, privilegiate per la loro elevata carica.
  • Luce a LED: alcuni modelli hanno incorporata un luce LED e altri no. Questa luce aiuta ad illuminare aree buie. Il vantaggio intrinseco di questa opzione è quello di vedere quello che si sta facendo, anche in zone scarsamente illuminate, senza intaccare la qualità del risultato finale.
  • Impugnatura: infine, ma non meno importante in fase di scelta del prodotto, tenete presente l’impugnatura. Può sembrare banale e superfluo, ma è una caratteristica che può tornarvi utile. Scegliete un mini avvitatore che abbia un’ impugnatura comoda, ergonomica e antiscivolo (in caso di sudore in ambienti di lavoro caldi) così da poter, eventualmente, usare anche una sola mano per eseguire il lavoro.

Conclusioni

Grazie agli avvitatori elettrici, e in particolare ai mini avvitatori, tutti i lavori domestici e non, che prima sembravano, non dico impossibili, ma comunque molto impegnativi, diventeranno di una semplicità estrema. Avrete in mano un attrezzo “smart”, col quale potrete realizzare qualunque idea vi venga in mente con grande precisione e pulizia, senza spreco di energie, tempo e denaro. Infatti oltre ad essere molto versatili ed efficaci, questi strumenti hanno un costo veramente basso e abbordabile, rimanendo comunque molto prestanti.

Back to top
Avvitatore Migliore