Quanto costa un avvitatore? Prezzi, tabelle, classifiche, migliori modelli

Svitare e avvitare vitibulloni con un un buon avvitatore è veramente un gioco da ragazzi, per questo motivo ogni persona appassionata di bricolage non può di certo rinunciare a questo strumento da riporre dentro al propria cassetta degli attrezzi. Da quando spopolano i negozi di mobili “fai da te”, poi, possedere un avvitatore è diventata una vera e proprio necessità, dato che succede sempre più spesso di trovarsi a dover stringere brugole o praticare piccoli fori sul legno, azioni queste che, senza la strumentazione adatta, diventerebbero impossibili.

Un avvitatore è una soluzione per ogni piccolo/medio lavoretto di bricolage domestico, e con le giuste attenzioni, può aiutarci anche con i piccoli buchi, senza dover usare trapani troppo potenti e difficili da controllare. Come sappiamo bene, però esistono davvero tantissimi modelli e marche per questi utensili di uso quotidiano, quindi è bene informarsi prima sui prezzi e sui migliori modelli in circolazione, per acquistare in sicurezza e senza rimpianti. vediamo, intanto le due principali tipologie.

Avvitatori a batteria

Sono i modelli più presenti sul mercato, perché pratici ed economicamente meno impegnativi. Sono facili da maneggiare e risultano essere più leggeri, mantenendo però una buona robustezza.

Le batterie sono generalmente abbastanza longeve, e permettono di poter lavorare senza l’intralcio dei fili per periodi anche abbastanza lunghi, prima di dover ricaricare l’avvitatore.

Considerati ormai tra i più affidabili  gli avvitatori a batteria sono anche versatili , ma non permettono un uso professionale perché pensati principalmente per l’utilizzo domestico, quindi in linea di massima non sono molto potenti. I loro prezzi possono variare dalle 30 euro per arrivare anche a 150 euro.

Avviatore pneumatico

Molto simile come forma al modelli descritto in precedenza, questa tipologia di avvitatori si rivela invece molto differente nel funzionamento, soprattutto per quanto riguarda l’alimentazione. Infatti, mentre gli avvitatori elettrici presentano batterie ricaricabili, quelli pneumatici sono collegati ad un piccolo compressore che genera l’energia sufficiente per azionare l’avvitatore.

Questa particolare tipologia è la migliore per lavori da officina, quindi su moto, macchine e in generale su varie tipologie di metallo. Il loro costo in questo caso, parte dalle 150 euro e può però arrivare a diverse centinaia di euro nelle versioni più professionali

Migliori modelli

Quando dobbiamo acquistare un avvitatore, la cosa migliore è quella di rivolgersi a marchi garantiti. Partiamo quindi parlando delle aziende più importanti del settore come Black and Decker, marchio tedesco sinonimo di qualità e robustezza. La linea di avvitatori Black and Decker ha commercializzato modelli già a partire dalle 50 euro, che presentano, già in una fascia di prezzo così bassa, caratteristiche davvero interessanti come la funzione di percussione, rara in modelli economici. Ancora, da sottolineare è la presenza di una luce LED, molto comoda per illuminare anche le aree più buie ed evitare spiacevoli inconvenienti per colpa della poca luce.

Ovviamente, i modelli più semplici e meno costosi presentano anche meno potenza (18 volt) e batterie più lunghe da ricaricare, mentre quelli più costosi possono arrivare anche a 36 volt con batterie a carica rapida. I modelli più economici di Black and Decker, comunque, rimangono ottimi per lavori domestici o piccole riparazioni “fai da te”.

Passiamo adesso a parlare di un’altra grande azienda tedesca, ovvero Bosch, leader mondiale per quanto riguarda utensilerie, ma anche grandi elettrodomestici. I suoi modelli basic di avvitatori sono pensati per un uso intensivo e professionale.

In particolare la linea blu di Bosch presenta modelli pensati per il mondo del lavoro, ma adatti anche al mondo del “bricolage”, soprattutto quando questo hobby diventa un passatempo quotidiano ed abbiamo affinato le nostre competenze. Semplice da utilizzare e robusta, questa linea di avvitatori viene fornita con doppia batteria e già nei modelli meno costosi presentano una buona potenza, ma non presentano la funzione di percussione.

Il loro costo parte dalle 80 euro, un buon rapporto qualità/prezzo se pensiamo che stiamo acquistando un avviatore pensato ad uso professionale. Arrivano invece dal Giappone gli avvitatori Makita e non hanno di certo paura di competere con le migliori aziende europee sul mercato. Il prezzo, forse è un po’ più alto, perché questi avvitatori partono da circa 100 euro per i modelli basic, ma c’è da dire che sono anche molto potenti e versatili.

Vengono venduti dotati di molti accessori tra cui una comoda valigetta per riporre l’avviatore quando non lo usiamo, di ben due batterie e di una cintura con fondina per tenere al sicuro il nostro strumento mentre lavoriamo e per averlo sempre a portata di mano. Altro punto di forza di questi avvitatori è la ricarica super rapida, poco più di un’ora, che ci permette di dimezzare i tempi ed evitare lunghe attese. Gli avvitatori Makita sono tutti a percussione.

Ultima nella nostra lista dei migliori avvitatori in commercio, è una marca meno conosciuta di quelle precedenti, ma comunque di ottima qualità a prezzi veramente competitivi. Ci riferiamo al marchio Tacklife i cui avvitatori hanno un costo che parte all’incirca dalle 30 euro e che, secondo le opinioni sul web, già nelle fasce di prezzo più basse, offrirebbero prestazioni molto simili a quelle delle migliori marche in circolazione. Facili da usare ed ergonomici, gli avvitatori Tacklife sono molto resistenti e comodi da trasportare, perché privi di ingombranti fili. Questo perché la batteria è inserita direttamente nel manico dell’avvitatore, così da non risultare invadente e scomoda durante l’utilizzo.

AvvitatoreBlack and DeckerBoschMakitaTacklife
Prestazionialtealtealtealte
Potenzaaltaaltaaltamedia
Fascia di prezzomediaaltamediabassa

Tutti dotati di puntatore a LED sia anteriore che posteriore che può funzionare anche da torcia, hanno 3 blocchi per tre punti differenti di angolazione a 90°, 135°, 180°, il che li rende molto flessibili e adatti ad ogni tipo di lavorazione. Sebbene questi avvitatori non presentino la funzionalità a percussione, hanno il grande vantaggio di essere molto preformanti per quanto riguarda la velocità di rotazione, fino a 200 rmp/min , e grazie all’alta velocità è possibile anche l’opzione foratura. Sorprendenti anche i test sulla durata della batteria, secondo i quali con una sola carica completa, sarebbe possibile svitare più di 400 viti e avvitarne quasi 180. Il caricabatterie, poi, è compatibile anche con porte usb per poterlo ricaricare facilmente in ogni occasione. Gli avvitatori vengono venduti con un kit di 30 punte che si possono sostituire a seconda delle esigenze e delle necessità.

Back to top
Avvitatore Migliore